NEWS

TRATTORI IN PRESIDIO, AGRICOLTORI PRONTI PER ALTRA SETTIMANA DI PROTESTE

Da Nord a Sud città tenute sotto scacco contro le politiche agricole europee. E i responsabili dei presidi annunciano l’arrivo anche a Roma

Altra settimana di proteste e presìdi per gli agricoltori italiani che, da nord a sud, stanno protestando contro le politixche agricole imposte da Bruxelles. Anche oggi si sono mobilitati dalla Lombardia al Veneto, fino a Lazio, Campania, Puglia e Sicilia mentre muove proteste si preparano ancora in Veneto e in Sicilia, ed è confermato l’arrivo degli agricoltori a Roma. “Domani sera daremo la data”, ha detto il leader di “Cra Agricoltori traditi“ Danilo Calvani. “Noi siamo dalla loro parte“, ha detto la ministra del Turismo Daniela Santanchè, a margine dell’apertura della la Borsa Internazionale del Turismo a Milano. Sulla stessa linea il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana: “Siamo consapevoli che delle norme europee vanno contro di loro“.

In strada

Intanto 500 trattori hanno raggiunto il centro di Pavia, tra clacson, sirene e bandiere tricolori, con gli applausi che hanno prevalso sulle proteste per i disagi alla circolazione. “Contestiamo le politiche agricole dell’Unione Europea, che mettono a rischio l’intero settore primario. Andremo avanti nella protesta“, hanno detto gli organizzatori, finché “non saremo ascoltati”. “Esprimo solidarietà ai tanti agricoltori che, protestando pacificamente, chiedono che l’Ue riveda le sua politiche fallimentari sulla politica agricola comune. Una politica comunitaria asservita alle lobby ed alle multinazionali, che in nome di un falso ambientalismo ideologico e strumentale, nel corso di questi anni, ha imposto con decisioni calate dall’alto“, ha rimarcato Angelo Ciocca europarlamentare della Lega in Commissione agricoltura a Bruxelles. A Milano, una decina di agricoltori ha raggiunto Piazza Duomo con una mucca e un vitello, scandendo slogan e suonando fischietti, fra turisti e milanesi incuriositi. Scendendo al Centro, è ancora attivo il presidio a Orte, con rallentamenti al traffico sulle strade interne, ma non sull’autostrada del Sole. Da Orte gli agricoltori hanno rivolto un appello ad Amadeus perché li ospiti al festival di Sanremo: “Così possiamo raccontare a tutti gli spettatori le nostre ragioni, pacifiche ma chiare“.

La protesta al Sud

In Campania, gli agricoltori della Piana del Sele hanno raggiunto Battipaglia e, con i loro trattori hanno protestato davanti allo stadio Pastena. Nel Foggiano, gli agricoltori in presidio permanente a Lucera hanno distribuito gratuitamente di verdura e farina. Sono circa 250 i trattori che dalla provincia di Arezzo si preparano a partire verso Roma, diretti a un nuovo presidio nella zona di Roma Nord, in quella che chiamano già “marcia su Roma“. “Raggiungeremo Roma tramite la via Cassia, l’obiettivo è quello di convogliare più mezzi possibile“, ha detto uno dei portavoce, Andrea Papa. A Palermo, infine, gli agricoltori si preparano alla “manifestazione di San Valentino” per arrivare con i trattori al centro della città.

Fonte: ilGiornale.it