NEWS

IMMIGRAZIONE INCONTROLLATA. CIOCCA: “SERVE UNA RIVOLUZIONE EUROPEA”

“Le parole della commissaria Johansson sono un insulto alla sovranità delle nazioni europee e un’offesa ai cittadini che lavorano duramente per sostenere le loro economie. L’immigrazione clandestina, che la commissaria sembra sostenere, è un affronto alla legalità e alla sicurezza dei nostri cittadini. Non possiamo permettere che l’Italia e l’intera Unione Europea diventino un terreno fertile per gli scafisti e per coloro che cercano di sfruttare il sistema a proprio vantaggio.

L’Italia, in particolare, ha sofferto enormemente a causa dell’immigrazione clandestina. Nel 2023, abbiamo visto approdare sulle nostre coste oltre 155.000 migranti, con un costo complessivo superiore ai 3 miliardi di euro. Questo è un peso insostenibile per la nostra economia e per i nostri cittadini.

Inoltre, l’immigrazione incontrollata ha portato alla creazione di zone di controllo all’interno delle nostre città, dove i migranti, spesso di religione musulmana integralista, non rispettano le leggi nazionali e non hanno intenzione di integrarsi nel tessuto socioeconomico del paese ospitante.

La sinistra europea, e in particolare quella svedese, sembra ignorare questi problemi quotidiani e continua a propagandare i falsi benefici di un’immigrazione incontrollata e persino illegale.

Il sottoscritto, così come l’intero gruppo Lega e la maggioranza di governo, riteniamo fondamentale il controllo dei confini per una maggiore sicurezza nazionale. Perché piuttosto non si investono le risorse pubbliche in opere a favore della cittadinanza e del suo sviluppo?

In vista delle elezioni europee di giugno 2024, è necessario un cambiamento radicale nell’Unione Europea, che va rivoluzionata dall’interno. Pretendiamo un’Unione Europea che rispetti e valorizzi le identità nazionali, che ascolti la voce dei suoi cittadini e che metta al centro la loro sicurezza e il loro benessere. Pretendiamo un’Unione Europea che sia un vero partner per le nazioni che la compongono, non un ente sovranazionale che impone le sue decisioni dall’alto. Riteniamo che questa Unione Europea abbia bisogno di una profonda riforma, che metta al centro i cittadini, che rispetti la legalità e che promuova una vera integrazione basata sul rispetto reciproco e sulla cooperazione. Non su annunci ideologici, falso buonisti e altisonanti. C’è qualcuno che in Europa oggi teme le libere elezioni. Un segnale che ci fa capire che stiamo andando nella giusta direzione! Non lasciamoci intimidire!”

Così l’europarlamentare della Lega, Angelo Ciocca, risponde con una nota stampa alle recenti dichiarazioni della commissaria europea per gli affari interni Ylva Johansson, esponente della sinistra svedese, che ha affermato che l’Unione Europea senza immigrazione “morirà di fame”.

Fonte: La Nuova Padania