NEWS

CARCERI: GESTIONE INADEGUATA DELL’IMMIGRAZIONE DA SINISTRA E INSICUREZZA NEI PENITENZIARI

L’Onorevole Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega, esprime la sua solidarietà e sostegno alla polizia penitenziaria, che ogni giorno si trova a fronteggiare situazioni di pericolo, come recentemente accaduto nel carcere di Bollate e Biella. In tale circostanza, due detenuti hanno lanciato sassi contro gli agenti e sono saliti sul tetto del penitenziario, mettendo a rischio la sicurezza di tutti.

L’Onorevole Ciocca sottolinea come tali episodi siano il risultato di errori sull’immigrazione commessi dai governi di sinistra in tutti questi anni, che oggi si pagano a caro prezzo. La popolazione carceraria, per lo più straniera, causa problemi: nel solo 2022, negli istituti penitenziari di tutta Italia, risultano presenti 17.840 cittadini stranieri, corrispondenti al 31,8% dell’intera popolazione detenuta.

Ciocca rimarca l’inadeguatezza di una sinistra che in tutti questi anni, in nome del buonismo e dell’accoglienza indiscriminata, ha creato situazioni reali di pericolo. Mentre in Europa qualche burocrate si preoccupava solo della lunghezza delle zucchine o di come depredare, in nome dell’ambientalismo da salotto, cittadini, lavoratori ed imprese, in Italia si vivevano e si vivono ancora oggi situazioni di tensione e pericolo nei penitenziari.

L’Onorevole Ciocca invita l’Europa a svegliarsi e ad avviare una regolamentazione comune affinché le pene siano scontate nei paesi di provenienza. In conclusione, Ciocca chiede un impegno concreto da parte dell’Europa per affrontare con serietà e responsabilità la questione dell’immigrazione e della sicurezza nei penitenziari. Solo così si potrà garantire la sicurezza e la serenità dei cittadini e degli operatori penitenziari.

Fonte: Mi-Lorenteggio.com