NEWS

CARCERE DI BUSTO, EPISODIO GRAVISSIMO. POLITICHE DI SINISTRA FALLIMENTARI

La violenta protesta avvenuta nella Casa circondariale di Busto Arsizio è un episodio gravissimo che mette in luce le difficoltà quotidiane affrontate dalla nostra polizia penitenziaria anche a causa di errori sull’immigrazione commessi dai governi di sinistra, che oggi si pagano a caro prezzo.

Due detenuti di nazionalità straniera hanno causato danni ingenti e messo a rischio la sicurezza dell’istituto, minacciando di morte il personale. Questo accade mentre gli agenti operano in condizioni di lavoro spesso stressanti e difficili.

Desidero esprimere la mia piena solidarietà e vicinanza agli uomini e alle donne che servono con dedizione e coraggio nelle nostre carceri, garantendo ordine e sicurezza nonostante le numerose sfide. Supporto pienamente le azioni di protesta annunciate dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria e chiedo che si intervenga con soluzioni concrete per risolvere questi problemi. Tra le priorità di questo Governo, dopo anni di politiche di sinistra fallimentari sulla questione sicurezza, c’è la necessità di trovare soluzioni immediate ai problemi che affliggono il sistema carcerario.

L’abbiamo fatto attraverso il decreto sicurezza, con l’inasprimento delle pene per i detenuti che aggrediscono il personale penitenziario, ma anche attraverso il potenziamento dell’organico e lo stanziamento di risorse ad hoc. Ora, il nostro dovere resta quello di continuare a proteggere chi lavora per la sicurezza del nostro Paese e assicurare che le carceri siano luoghi di rieducazione e non di violenza e illegalità.

Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega

Fonte: MALPENSA24