NEWS

GIOCO D’AZZARDO: UE TACE SU DATI E RISULTATI

Gioco d'azzardo, Ciocca

Gioco d’azzardo: “Sono passati 5 anni dalla Risoluzione 2012 del Parlamento Europeo in tema di gioco d’azzardo ma, ad oggi, ancora non si conoscono i dati e i risultati raggiunti nel nostro Paese”.

Lo ha denunciato l’Europarlamentare della Lega Nord Angelo Ciocca con un’interrogazione alla Commissione Europea.

“Con la Risoluzione del Parlamento europeo 2012/2322 sul gioco d’azzardo online nel mercato interno – ricorda Ciocca – si invitava la Commissione Europea e gli Stati membri ad elaborare misure e strategie coordinate per studiare e contrastare il problema dell’elusione fiscale. Molti operatori autorizzati, infatti, offrono servizi di gioco d’azzardo online sul mercato dell’Unione ma hanno sede legale in paradisi fiscali interni o esterni all’Unione stessa”.

Alla Commissione – prosegue – veniva anche chiesto di prendere provvedimenti a tutela dei consumatori in quanto, alcune società europee, commercializzavano in altri Stati membri servizi di gioco d’azzardo online attraverso la televisione satellitare o mediante campagne pubblicitarie senza però avere le licenze necessarie per offrire tali servizi”.

“Infine – aggiunge Ciocca – veniva proposta la possibilità in tutta l’UE, di utilizzare registri nazionali accessibili alle autorità, con i dati relativi alla cosiddetta autoesclusione dal gioco d’azzardo, che contenessero, fra l’altro, i limiti personali di perdita economica e di tempo”.

“A distanza di cinque anni però – denuncia Ciocca – questi dati non sono ancora stati resi noti né tantomeno quali obiettivi siano stati raggiunti in Italia; per questi motivi ho chiesto alla Commissione Europea di pronunciarsi su questa grave problematica che, purtroppo, affligge migliaia di persone e famiglie nel nostro Paese”.